martedì 14 aprile 2009

Ma quanto é strano il mio paese?

Che strano il mio paese.
Il mio paese é quasi governato da due stati stranieri. Uno é addirittura al di là di un grande oceano (anche se ho stima del nuovo presidente di quello stato). L'altro é un minuscolo stato governato da persone con lunghe tuniche e cariche di oro e preziosi. Girano il mondo (in viaggi dai costi astronomici) dicendo che bisogna fare la carità e che il preservativo é problematico per la lotta all'AIDS.
Il mio paese non ha i soldi per la ricerca, per l'istruzione e per la sanità ma fa manovre finanziarie immense per salvare aziende destinate al fallimento, anche quando ci sono nomi importanti pronti a comprarle.
Nel mio paese alcuni tra i legislatori sono condannati o in attesa di giudizio (o con reati caduti in prescrizione) e alcuni di questi si stanno per candidare alle europee.
Nel mio paese esistono le leggi ad personam, usate frequentemente per salvare ministri, politici e dirigenti amici.
Nel mio paese esiste la mafia e altre associazioni simili. Dove queste sono più radicate e con più potere i tribunali sono senza carta per i processi e le forze di polizia senza benzina per le auto.
Nel mio paese i pacifisti sono chiamati sovversivi e vengono caricati e malmenati dai poliziotti. Tra questi quelli che picchiano di più e fanno cose da film horror sono promossi. In caso di processo spesso sono assolti.
Qui la costituzione é spesso intesa come un buffo pezzo di carta che sarebbe da seguire quando si fanno le leggi. Se non la si riesce a seguire lo si modifica o si creano delle gabole. Oppure se ne fregano e stanno zitti.
Mentre tutto il mondo guarda alle energie rinnovabili, nel mio paaese si torna al nucleare, ignorando quanto ha deciso il popolo stesso in un referendum.
Nel mio paese é più importante la notizia della nuova relazione tra quel calciatore e quella velina degli aggiornamenti sulla crisi umanitaria in Darfur.
Qui quando c'é qualcosa che non va, come una crisi economica globale, non é vero, sono i media che esagerano.
Da noi chi é al potere controlla 6 reti televisive di livello nazionale, 3 statali e 3 private. Di queste ultime una da anni occupa abusivamente frequenze altrui, ma riesce sempre a salvarsi grazie a decreti ad hoc.
Nel mio paese si ha l'obbligo di vivere, anche quando per motivi vari quali malattie tremende e irreversibili si vive una vita senza dignità e piena di dolori. In pratica non si é liberi di scegliere della propria vita.
Queste sono solo alcune delle anomalie che ci sono nel mio paese, cose che succedono quasi esclusivamente da noi. É uno strano paese, vero?