mercoledì 17 marzo 2010

Green Tips n.2: Il Termostato

Una delle migliori invenzioni dell'uomo per migliorare il proprio comfort è stato il riscaldamento e (anche se secondo me in misura minore) il raffreddamento degli ambienti chiusi in cui sta. Ci permette di sentire meno il freddo nei mesi invernali e il caldo nei mesi estivi. Purtroppo spesso è però anche molto male utilizzato. A chi non è mai capitato di entrare in locali, ospedali in primis, dove si muore dal caldo in maglietta a Gennaio come a Maggio e ad Agosto.
Un ottimo metodo per consumare meno e, di conseguenza, inquinare di meno è installare un termostato collegato al vostro sistema di climatizzazione (calderina, riscaldamento o condizionatore), in caso abitiate in un condominio almeno nelle situazioni in cui esso non sia centralizzato. Sostanzialmente è un piccolo apparecchio che misura la temperatura e accende e spegne il sistema a cui è collegato per mantenere quella impostata dall'utente. Ce ne sono di molti tipi, dai digitali con mille funzioni ai semplici analogici con la classica rotellina di regolazione.
Già così non sarete costretti a tenere acceso il sistema tutto il tempo o ad preoccuparvi voi della cosa, il che implica un notevole risparmio. Il problema è che anche questo strumento è male utilizzato, regolandolo su temperature inutilmente troppo alte o troppo basse. Fatevi una domanda: è proprio necessario che in inverno giriate in maglietta e pantaloncini in casa con un temperatura degna di un caldo giugno? Oppure, viceversa, è proprio necessario sentire quel brivido freddo lungo la schiena in Agosto? A parte gli effetti collaterali sulla salute (è risaputo che gli sbalzi di temperatura favoriscono i malanni come raffreddori o influenze), sono soldi, energia e inquinanti buttati al vento inutilmente. Nei periodi più caldi una temperatura di 25 °C e nei più freddi di 20 vanno già bene. Ogni grado in più o in meno implica una variazione dal 3 al 5% del consumo di energia. E se avete un po' più freddo del normale potete anche ritirare fuori quel vecchio maglione della nonna :)