venerdì 22 maggio 2009

Parlamento? "inutile" ovviamente

Il Parlamento è un'assemblea "pletorica, inutile e controproducente", stracolma di "capponi e tacchini". La magistratura "è piena di estremisti di sinistra". Questo è quello che ci dice il nostro beneamato presidente del consiglio, mentre fa la sua ormai solita battuta sulle veline a scapito della Marcegaglia. Cambiamo allora, no? Riduciamo i parlamentari a 100, 90 della maggioranza e 10 dell'opposizione magari. Anzi eliminiamolo del tutto, tanto è inutile, no? È soltanto la rappresentanza più diretta del volere degli italiani. Tanto i cittadini devono volere quello che vuole lui. E lui sa bene quel che devono volere i cittadini.
La magistratura? Leviamola del tutto. A farci stare tranquilli sarà il governo e le ronde. I nemici saranno sempre colpevoli e gli amici assolutamente senza colpe. Se non si potrà fare altrimenti si farà una bella legge ad hoc che risolverà ogni cosa.
L'istruzione? Mettiamo il maestro unico, magari lo scelgano pure loro, secondo i loro requisiti. Al resto penserà quella magica scatola che emette immagini, di cui lui possiede i sei maggiori canali (di cui uno abusivo da anni). Basta vedere chi è stato messo ai vertici della RAI, del TG1, benvoluti peraltro dai consiglieri dell'opposizione, visto che invece di votare contro sono usciti dall'aula come in altri casi.
Gli studenti? Una minoranza di pericolosi sovversivi e violenti guerriglieri, pronti a tutto pur di fare casino e saltare la scuola. A loro ci penserà la polizia, con manganelli e lacrimogeni.
I lavoratori pubblici? Un branco di fannulloni che non fanno nulla dal mattino alla sera. Anche a loro ci penserà la polizia. Ma non sono lavoratori pubblici pure loro? Ricevono stipendio e pensione dallo stato in fondo.
L'informazione? Tutti i media lo attaccano in ogni modo, a parte Libero e Il Giornale ovviamente. Poverino. Leviamo quei facinorosi dei giornali. Regolamentiamo anche i blog, anzi eliminiamoli, a cominciare da quelli di associazioni troppo di sinistra e quelli di certi comici. Sono solo veicolo di falsità (o verità non volute?).
Lo ammetto, ho un po' esagerato (neanche troppo in fondo). Ma non è molto lontano da quello che sta succedendo in Italia. Basta leggere bene per trovare citazioni di leggi, parole, fatti... E vedere la triste strada verso il regime. Che non è neanche troppo lontano e neanche troppo nascosto.

Tags: , , , , , , , , ,


Powered by Qumana